SUOMY SMART STRAP

logo smart page

SMART STRAP, il nuovo, rivoluzionario, sistema ideato e brevettato da Suomy per accrescere la sicurezza del casco.
La soluzione cambia la visione del gioco modificando i paradigmi dietro i dispositivi di sicurezza del casco.

La dinamica dell’impatto

 

GIF1
GIF 2
 

 

SMART STRAP, il nuovo, rivoluzionario, sistema ideato e brevettato da Suomy per accrescere lasicurezza del casco. La soluzione cambia la visonedel gioco modificando i paradigmi dietro idispositivi di sicurezza del casco.

Le forze di tipo rototraslazionali che agiscono sul casco in conseguenza di urti o impatti, si trasmettono al sistema di ancoraggio del casco (Cinturino di ritenzione).

Tali forze devono, al fine di evitare possibili danni al cervello o al collo,dovute alle conseguenti accelerazioni o decelerazioni, essere limitate rallentando la rotazione del casco sulla testa, rotazione che, come noto, è impedita dal cinturino di ritenzione del casco stesso (un casco non dotato di cinturino infatti ruoterebbe liberamente). Durante un impatto il casco, grazie al basso coefficiente di attrito con la testa, determinato sia dalla presenza dell’interno di conforto in materiale spugnoso che per il naturale movimento relativo della cute, accentuato dalla presenza dei capelli, è libero di ruotare liberamente fino ad uncerto limite oltre il quale, al persistere della forza, il cinturino esercita la sua azione di ritenzione. E’ solo successivamente quindi che si rende importante assorbire le forze di inerzia a cui è soggetta la testa dell’utilizzatore, ed è proprio in questa situazione che SMART STRAP interviene modificando la sua forma ed agendo da ammortizzatore.

Come lavora SMART STRAP

 

Fig 3
Fig 4

 

 

L'idea che ne è nata è stata quella di integrare nelcinturino degli elementi elasticiammortizzanti. Tali elementi sono posizionati direttamente sul nastro del cinturino con l’unico scopo di deformarsi, permettendo così l’assorbimento dell’energia che altrimenti sarebbe trasmessa allatesta dell’utilizzatore. Per assolvere allo scopo sono stati studiati speciali dispositivi in grado di consentire un allungamento controllato, opponendo una resistenza meccanica all’allungamento del cinturino. Alla fine della funzione ammortizzante pre-definita, gli elementi si tendono facendo assumere al cinturino la sua configurazione originale, evitando quindi il superamento della soglia di allungamento consentita dalle norme di riferimento internazionali (test di scalzamento).

 

Fig 5
Fig 6

 

 

Nel caso incui il sistema venga sollecitato da una forza di trazione che tende ad allungare ilcinturino, lo stesso tenderà ad assumere una forma lineare deformando l’assorbitore stesso.

La deformazione dell’ammortizzatore consente così di assorbire parte dell’energia necessaria per l’allungamento del cinturino.

Fig 7
 

 

DESCRIZIONE DELL’APPLICAZIONE SUL CASCO

 

Fig 3
Fig 4

 

 

I dispositivi precedentemente descritti vengono inseritiin 4 posizioni

Il posizionamento degli ammortizzatori in queste 4 posizioni (2 per lato) consente in caso di urto di assorbire parte dell’energia dello stesso,diminuendo non solo la sollecitazione sul collo dell’utilizzatore ma anche la forza esercitata sul mento dal cinturino. Si diminuisce così anche la possibilità di strozzamento.

VANTAGGI DEL SISTEMA

Il sistema oggetto del seguente brevetto si caratterizza perl’estremasemplicitàsia di realizzazioneche di montaggio sul casco di protezione.

I suoi vantaggi sono:

  • Assorbimento parziale dell’energia dovuta ad un impatto obliquo grazie all’azione deglielementi elastici
  • Possibilità di dosare l’energia assorbita grazie all’utilizzo di materiali con grado di durezza variabile
  • Possibilità di controllare l’allungamento del cinturino grazieall’ergonomico design dell’assorbitore elastico e alle sue dimensioni
  • Montaggio semplice edesente da errori (non è possibile commettere errori di assemblaggio)
  • Impatto quasi nullo sul peso del casco